Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare | Condizioni di vendita | Privacy
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Harry Wu
 
Harry Wu Altre foto dell'Autore

Harry Wu 2
 
Harry Wu (Shangai, 1937 - Honduras, 2016)

Pdf Stampa Biografia

Harry Wu (in cinese Wu Hongda, Shanghai, 1937 - Honduras, 2016), è stato un attivista per i diritti umani nella Repubblica Popolare Cinese. Risiede, dalla fine degli anni '70, negli Stati Uniti e ha la cittadinanza americana.
Proveniente da una famiglia agiata (il padre era banchiere, la madre era una discendente di proprietari terrieri), Wu ha sempre ricordato la sua infanzia come "pacifica e gradevole". La sua fortuna cambiò dopo la fine della guerra civile cinese, nel 1949. Studiò all'Istituto di geologia di Pechino, dove fu arrestato la prima volta nel 1956 per aver criticato il Partito Comunista Cinese durante la Campagna dei Cento Fiori. Nel 1960 fu condannato come controrivoluzionario e inviato a scontare la pena nei "laogai" ("riforma attraverso il lavoro").
Lì rimase per 19 anni durante i quali fu trasferito in 12 differenti campi e costretto a estrarre carbone, costruire strade e lavorare la terra. Nel campo di lavoro subì percosse, torture e umiliazioni e fu quasi ridotto alla morte per fame. Vide diversi compagni prigionieri morire per le brutalità subite, per denutrizione o per suicidio.
Rilasciato nel 1979, durante la liberalizzazione che seguì la morte di Mao Zedong, Wu si trasferì negli Stati Uniti, dove divenne professore di geologia all'Università della California, Berkeley. Lì incominciò a scrivere delle sue esperienze nei laogai. Nel 1992 rinunciò all'insegnamento per diventare un attivista per i diritti umani, dedicandosi a tempo pieno alla diffusione della verità sulla Cina. A questo scopo ha creato la Laogai Research Foundation, organizzazione di ricerca e pubblica educazione non-profit.
Il lavoro della fondazione è riconosciuto come fonte primaria di informazioni sui campi di lavoro cinesi. Wu ha testimoniato di fronte a diversi Congressi negli Stati Uniti, al parlamento del Regno Unito, della Germania, dell'Australia, alle Nazioni Unite e, grazie all'interessamento di Alternativa Sociale, anche al Parlamento Europeo. Nel 1995 Wu, già cittadino statunitense, subì un nuovo arresto mentre tentava di rientrare in Cina. Wu ha ricevuto il "Premio Libertà" dalla Federazione Ungherese Attivisti per la Libertà nel 1991, nel 1994 il primo "Premio Martin Ennals per i Diritti Umani" dalla Fondazione Svizzera Martin Ennals. Nel 1996, è stato insignito della "Medaglia alla Libertà" dalla Fondazione Tedesca per la Resistenza della Seconda Guerra Mondiale. Ha anche ricevuto la laurea ad honorem dall'Università di St. Louis e dalla Università Americana di Parigi nel 1996.
Wu è stato Direttore Esecutivo della Laogai Research Foundation e del Centro Informazioni sulla Cina. Entrambe le organizzazioni si trovano a Washington, DC e sono finanziate principalmente dal National Endowment for Democracy.

Ha pubblicato con Spirali:
Laogai. L'orrore cinese (2008)


Echi dal Web
Harry Wu e i Laogai cinesi (Tg2 "Punto di vista")
L'ideologia disumana che partorì i Laogai cinesi (Zenit.org)
Cina: un Xinjiang rosso, di sangue (Repubblica.it)
Gonfalone d'argento a Harry Wu, attivista diritti umani in Cina (Libero-news.it)
La rivolta nell’ex Turkestan orientale. Cina: un Xinjiang rosso, di sangue (Laogai.it)
Comunismo / Harry Wu, da Tien An Men al Meeting: vi racconto perché la Cina non ha futuro (Il Sussidiario.net)
Chi è Harry Wu? (Laogai.it)
Harry Wu Hongda (Italian Samizdat)
Harry Wu a Certaldo (Met)       I campi di lavoro in Cina (Il Post)
Echi di stampa
Contributi audio
"Contemporanea", di Ennio Cavalli - Rai Radio 1



Contributi video
Intervento di Harry Wu a "Quello che (non) ho", su La7