Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Sigmund Freud
Roger Dadoun
Sigmund Freud
Anno: 1997
Pagine: 518
Prezzo: € 19,63
Dimensioni: cm 14,0x21,0
Legatura: brossura

Collana: l'alingua
ISBN: 9788877704580

Estratto del libro
Freud, agile viandante nelle foreste della notte, alle soglie del ventesimo secolo, ci ha aperto le porte del sogno, misteriosa metà dell'esistenza, e il suo grande libro di fondazione, L'interpretazione dei sogni, suona sempre, alle nostre orecchie prigioniere, come trombe di Gerico levate contro le mura che sbarrano l'accesso al nostro vasto universo notturno, E oggi si vede come, dopo il lungo tempo d'ostilità e di scetticismo, anche la scienza, per l'esattezza la   neurofisiologia degli stati di sonno e di sogno, s'inchini dinanzi al fondatore della psicanalisi, testimoniando che l'uomo, in quanto e quanto più animale ragionevole e cosciente, è un essere sognante e che il sogno è esperienza vitale, terribile simmetria interna della nostra vita di veglia.
Quarta di copertina
"Da quella sorprendente avventura intellettuale che fu l'esistenza di Freud emerge un acuto senso della lotta. Oggi, il suo stile da conquistador, la sua violenza polemica, i suoi slanci appassionati, l'audacia e l'esultanza della sua razionalità erotica possono valere da esempio, vivificante, pratico e preziosamente strutturante, nel grigiore, nell'insulsaggine e nella mollezza di un mondo mortificato poco incline alla gioia – gioia che Freud (Freude, in tedesco, significa gioia) porta persino nel nome. [...] Per ritrovare la precisione delle costruzioni di Freud, il taglio del suo pensiero, era importante sgombrarlo dalla mole di commenti, interpretazioni, critiche, glosse e gnosi, che lo coprono e talvolta lo mascherano, e che fanno desiderare il ritorno a Freud. La nostra regola imperativa è stata, quindi, di tenere conto di quello che Freud ha scritto; abbiamo scartato, fuorché in alcuni punti inevitabili, gli sviluppi esterni a Freud, cioè le dispute fra le corporazioni, il pullulare di scuole e cappelle; abbiamo anche evitato i soliti, ingombranti corredi di spiegazione e tutte quelle laboriose protesi cui ricorre la tradizione universitaria e accademica per assicurare la locomozione delle sue ricerche codificate. Abbiamo potuto ambire a far questo perché beneficiamo, in modo abbastanza insolito per questi tempi, di una totale autonomia dai gruppi e dalle organizzazioni di qualsiasi natura, professionali, ideologiche o culturali, nonché di una lunga familiarità con il pensiero freudiano, cui ci siamo accostati già più di trent'anni fa" (Roger Dadoun, dalla Prefazione).
Tre le sezioni del libro. L'uomo Freud. Un romanzo intellettuale (1856-1939), in dodici capitoli: dall'infanzia alla lotta contro il cancro; Il pensiero di Freud o l'Afrodite anarchica, intorno alla sessualità, al sogno, all'estetica e al mito freudiani; Riprese di Freud. Letture, prospettive: dalla lingua di Freud alla questione politica posta dal suo testo; seguite da un dossier di Giudizi e interventi intorno a Freud e alla psicanalisi e da una bibliografia completa dell'opera freudiana.
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


278 pagine, € 60,00

310 pagine, € 25,00

163 pagine, € 15,00
» Tutti i libri dello stesso autore