Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Il denaro, la libertÓ, la paura. L'avventura secolare della finanza europea
Franco Piro
Il denaro, la libertÓ, la paura. L'avventura secolare della finanza europea
Anno: 1998
Pagine: 298
Prezzo: € 20,66
Dimensioni: cm 14,0x21,0
Legatura: brossura

Collana: l'alingua
ISBN: 9788877704894

La storia della finanza europea dal 1300 ai giorni nostri

Estratto del libro
C'era una volta un uomo abituato a pensare al mercato come a un certo spazio che compratori e venditori occupavano per un certo tempo. Un antico pastore errante si scambiava beni con il contadino e 1'artigiano, riferendo anche qualche notizia di fatti e costumi di altre donne e di altri uomini, di cui aveva inteso parlare, oltre la montagna. Per regolare la sua vita guardava in alto, interrogando la Luna, le Stelle, il Sole. Sapeva che all'alba di un certo giorno il mercato apriva.
Anche noi, guardando il cielo (o un orologio), possiamo sapere quale zona del mercato ├Ę aperta. E possiamo raggiungerla con le tecnologie dell'informazione. Mercati senza spazio e senza tempo si allineano lungo un unico grande mercato su cui non tramonta mai il sole. Anzi. La "nostra" zona ├Ę informata di ci├▓ che ├Ę accaduto a oriente, dove il sole non c'├Ę pi├╣, ma anche delle nostre previsioni, delle nostre aspettative per quella zona dove ├Ę ancora buio, dove il sole non c'├Ę ancora: il "nostro" occidente.
(Dalla Prefazione
)
Quarta di copertina

Questo libro nasce per offrire informazioni essenziali, come un filo di Arianna nel labirinto di avventure della finanza europea, quasi per riconoscerne le persone, le parole e le cose. Si possono raccontare in modo semplice alcune storie della finanza europea? Per descrivere un lungo periodo di tempo in uno spazio breve ho scelto la forma della visita nelle città che furono in epoche diverse capitali della finanza mondiale. Così il racconto si snoda passando per la Toscana del Trecento e del Quattrocento, attraverso le antiche compagnie dei Peruzzi e dei Bardi, le cambiali inventate da Francesco Datini, la diffusione internazionale del Banco Medici; si visita Venezia e si giunge a Genova. Da lì, il centro della finanza mondiale si sposta ad Amsterdam che vive e prospera nel "mare libero" e trova nel Seicento il suo secolo d'oro. Poi comincia la grandezza di Londra, con la sua Lombard Street. A Londra si affianca Parigi. L'euforia del Secondo Impero cade quando nasce la potenza finanziaria tedesca, con la sua Reichsbank (1875) e le sue banche "miste". Dopo un secolo (1815-1914) di pace governata dal cosmopolitismo della finanza, l'Europa perde il suo primato di fronte al Secolo Americano. Oggi tenta di darsi una moneta unica come segno dell'unità politica che mancò all'inizio del secolo.
(Franco Piro)

Echi di stampa
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog