Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Da Pitagora a Colombo. Il sogno dell'America (From Pythagoras to Columbus. The Dream of America)
Giuseppe NisticÚ, Nicola Gerardo Marchese
Da Pitagora a Colombo. Il sogno dell'America (From Pythagoras to Columbus. The Dream of America)
Anno: 2006
Pagine: 266
Prezzo: € 60,00
Dimensioni: cm 22,0x30,0
Legatura: cartonato con sovracoperta

Collana: l'alingua
ISBN: 9788877707345

La scoperta dell'America è un'impresa straordinaria, che ha inciso profondamente sulla storia dell'umanità tanto da determinare la fine di un'epoca e l'inizio di un'altra: da quella data, l'umanità ha preso l'avvio per un nuovo sviluppo...

Estratto del libro
Quando parliamo della scoperta dell'America, di solito le considerazioni non risalgono oltre i limiti delle imprese nautiche che l'hanno immediatamente preceduta. Infatti, agli studiosi √® parso inverosimile che su questo argomento si potessero rinvenire richiami utili anche nella pi√Ļ lontana antichit√†: tanto innovativa era apparsa l'impresa rispetto a quanto fino a quella data era stato immaginato. Eppure, come √® avvenuto per altri grandi avvenimenti storici, anche per questa impresa i richiami pi√Ļ significativi li ritroviamo in quell'esaltante epoca della storia umana detta Magna Grecia. Anzi, potremmo dire che quell' esperienza storica costituisce una fonte molto ricca di informazioni scientifiche, tanto da rappresentare una specie di banca dati. Dalla sua consultazione risulta che, gi√† allora, si era in grado d'intuire la direzione in cui si sarebbe poi avviato il cammino dell'umanit√†. Molti sviluppi della civilt√† intervenuti in tempi successivi appaiono segnati da questo marchio di primogenitura, come se la cultura di quel popolo contenesse, in embrione, i princ√¨pi
dello sviluppo civile dell'umanità. Pertanto, si potrebbe a ragione affermare che la cultura della Magna Grecia sia stata la culla della civiltà. Questa constatazione è riscontrabile in tutto il campo dello scibile umano e viene puntualmente confermata anche nei presupposti che hanno portato,
molti secoli dopo, alla scoperta dell' America.
Sì, l'Ammiraglio proveniva da Genova e le navi sono partite da Oporto, ma l'intuizione della fattibilità di tale impresa era scaturita già tanti secoli prima, sulla base di precisi calcoli matematici, a Crotone, sede prestigiosa della dottrina pitagorica (Castelar, 1892). Questa affermazione costituisce la novità del presente lavoro.
Quarta di copertina

L'idea che gli astri che circondano la terra avessero una forma sferica, e probabilmente l'avesse anche la terra, si perde nella notte dei tempi.
Tuttavia, i ragionamenti matematici sulla forma della terra risalgono al periodo aureo della Magna Grecia, quando la scena culturale era dominata da due giganti, Pitagora, genio della matematica e della geometria, e Alcmeone, padre della medicina sperimentale, vissuti a Crotone fra il VI e il V Secolo a.C.
In questo volume, un'accurata analisi storica consente sia di seguire le motivazioni che nei secoli successivi hanno portato all'oblio le ipotesi pitagoriche sia di individuare i sentieri attraverso cui tali ipotesi sono giunte, lungo il risveglio culturale del Rinascimento, fino ai tempi di Cristoforo Colombo.
Così, le ipotesi ardite, al limite della fantascienza, concepite diciannove secoli prima, divennero realtà con la verifica sperimentale della circumnavigazione della terra.
(G. Nisticò, N.G. Marchese)

Echi di stampa
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


238 pagine, € 49,00
» Tutti i libri dello stesso autore