Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Il mondo è invivibile
Eugène Ionesco
Il mondo è invivibile
Anno: 1989
Pagine: 217
Prezzo: € 15,49
Dimensioni: cm 14,0x21,0
Legatura: brossura

Collana: l'alingua
ISBN: 887770263X

Dieci anni dopo la sua edizione in Francia (1979), viene pubblicato in Italia Il mondo è invivibile, la raccolta di articoli, cronache, interviste e riflessioni, che Ionesco ha scritto, rilasciato e trascritto sul mondo, sull'attuale e sullo sgomento: sull'assenza di significazione, sulla presenza reale dei demoni, sul declino dell'Occidente.
Estratto del libro
L'uomo in questione

P.‑A. B. "Se le si chiedesse di farsi, oggi, il ritratto come ha fatto nei libri e sui giornali, in Presente passato e passato presente, come si racconterebbe?"
E. I. "È molto complicato. Io non so. Non so chi io sia. Non so che cosa io faccia qui. Non so da dove io venga né dove vada.
Mi è successo di combattere per cose in cui ho creduto mediamente; lotte politiche. Ho scritto anche alcune pièces più o meno politiche per la libertà, contro il Male, nella pièce Assassino senza movente... Ho creduto soltanto mediamente in tutto ciò che ho fatto e scritto. Per la semplice banalissima ragione che, come diceva Jean Gabin: 'Siamo qui soltanto di passaggio'. E, in questo, Jean Gabin si univa ai più grandi e ai più profondi filosofi e ai mistici". [...] Credo che anche
(Dalla conversazione con Pierre‑André Boutang e con Philippe Sollers, luglio 1978)
Quarta di copertina
Questo libro, essenziale all'intelligenza del testo di Ionesco, può finalmente essere letto in Italia, dieci anni dopo la sua edizione in Francia.
"Niente mi scoraggia, nemmeno lo scoraggiamento", scrive Ionesco. Ciò vale a dare il tono di questo libro. Ionesco scrive anche: "Nonostante so chi io sia. Non so che cosa io ci faccia qui".
Questi articoli, queste cronache, queste interviste colpiscono per la loro insistenza stessa a dire e a ridire lo sgomento, l'assenza di significazione, la presenza reale dei demoni, il declino dell'Occidente, diventato vero e proprio sbandamento, la paura della morte.
Perciò la politica e la polemica cedono sempre il posto all'ossessione dell'infanzia, ai sogni, ai ricordi, ai fantasmi. Chi altri mai sa mettere tanta lealtà per dire semplicemente la propria angoscia e il proprio sgomento?
Echi di stampa
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


72 pagine, € 7,75

208 pagine, € 12,91

122 pagine, € 12,91
» Tutti i libri dello stesso autore