Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


La diplomazia e la pace
AA.VV.
La diplomazia e la pace
Anno: 2010
Pagine: 261
Prezzo: € 18,00
Dimensioni: cm 14,0x21,0
Legatura: brossura

Collana: UniversitÓ internazionale del secondo rinascimento
ISBN: 9788877708854
Contributi di: Ahmad Rafat, Aleksandr Kušner (Kusner), Alessandro Atti, Anatolij Krym, Anton Dončev, Antonella Silvestrini, Armando Verdiglione, Augusto Ponzio, Bachisio Bandinu, Boris Nemtsov, Branko Cvetkoski, Carlo Marchetti, Carlos Carralero, Dora Boneva, Elena Nevzgljadova, Elisabetta Costa, ╔veline Sautaux, Ljubomir Levčev, Ljudmila Vladimirovna Semiletenko, Maksim Zamsev (Zamšev), Matjaž Potrč, Mehdi Khalaji, Nikolai Petev, Rajna Vasileva, Rebiya Kadeer, Ruggero Chinaglia, Ruggero Guarini, Sergej Filatov, Sergio Dalla Val, Susan Petrilli, Uwe Henrik Peters, Viktor Erofeev, Vladimir Bojarinov

La diplomazia è questione di ascolto e di intendimento

Quarta di copertina

La questione della diplomazia è la questione dell'ascolto e dell'intendimento, è la questione della piega. Come fare in modo che la lingua dei litiganti lasci il posto alla lingua diplomatica, lontana dall'uno contro uno, lontana dalle ideologie, dai totalitarismi, dai muri, lontana da fantasie di padronanza?
Alla pace si giunge quando viene dissipata qualsiasi rappresentazione dell'Altro, pensato come amico o come nemico. L'esigenza della lingua diplomatica tocca ora la nostra vita e si riferisce a ciascun aspetto dell'esperienza: nella società civile, nella famiglia, nelle istituzioni, negli affari, nell'impresa, nella finanza.
In questo laboratorio inconsueto s'incontrano senza clamori, con garbo e discrezione, poeti, imprenditori, economisti, scrittori e artisti dall'Europa, dagli Stati Uniti, dalla Russia, dall'Ucraina, dall'Iran, dalla Cina, e s'imbattono in alcune questioni cruciali: la tolleranza, l'ospitalità, l'impresa libera, la pace, il giornalismo e la scrittura civile, la battaglia, il carcere e l'esilio. Sono uomini e donne venuti da paesi vicini e lontani: tra loro, Rebiya Kadeer, la battagliera leader del popolo oppresso degli uiguri; Viktor Erofeev, lo scrittore che indaga nelle pieghe dell'anima russa; il politologo iraniano in esilio Mehdi Khalaji, studioso di teologia islamica; l'esperto in economia globale e strategia internazionale Vladimir Kvint; il principe Nikita Dmitrevič Lobanov-Rostovskij, con le affascinanti avventure sotto vecchi e nuovi zar. S'intrecciano così storie di vita, aneddoti, racconti e testimonianze. Emergono ragionamenti e proposte. E un'analisi dei pregiudizi più comuni e delle abitudini più radicate.

Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog