Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


La figura di Fraser
Jacques Attali
La figura di Fraser
Anno: 1985
Pagine: 102
Prezzo: € 7,75
Dimensioni: cm 14,0x21,0
Legatura: brossura

Collana: l'alingua
ISBN: 8877700076

Jacques Attali descrive la figura di Fraser: "un fascio di spirali si arrotola intorno a un punto fisso. Figura semplice, ordinata, sensata, da cui sorgono i contorni di una forma, nettamente visibili nonostante l'intrico delle linee.
Ma, se cambia la concentrazione della mente o se il dito tenta di seguire quello che alla vista sembra il tracciato di vortici, la Figura si confonde: ciascuna spirale lascia il posto a un cerchio, anzi quasi a un cerchio fatto di segmenti contrastanti, bianchi o neri. Il punto fisso diventa centro comune. Allo scorrere succede il ciclo".
Estratto del libro
I sussulti della storia possono paragonarsi a quelli della creazione artistica. In altri termini, ogni società si sposta nel tempo lungo una traiettoria, dentro la Figura di Fraser, obbedendo a leggi paragonabili a quelle che governano la progressiva messa a punto, consapevole o no da parte del suo creatore, di un testo o di un'opera d'arte di qualsiasi natura.
Prima sorgono idee, interrogazioni o intenzioni. Poi, attorno a queste si assembrano materiali, altre idee, briciole sparse, disordinate e incoerenti di testi e di fatti. Le collega un primo filo, abbozzo dell'opera in divenire; lo schizzo di una forma le ordina attorno all'idea iniziale, che a sua volta ne risulta trasformata. E poi, ancora prima che questo testo iniziale sia scritto, che questa prima forma sia in ordine, sorgono altre idee o dall'interno, che affrontano le prime, o dall'esterno, che contraddicono il concatenarsi di partenza, la coerenza dell'opera e distruggono l'ordine in corso per farlo rinascere ampiamente trasformato.
Così, ogni storia di una forma sociale risulta una successione di crisi che generano nuove forme e aprono altri traguardi nella successione degli abbozzi del mondo. La crisi nella nascita di un'opera o di una società costituisce il parossismo di quel rimettersi da sé in questione di un ordine. Con la crisi bisogna ricominciare, riscrivere il testo, localmente o interamente, a più riprese, talvolta fino a inflettere, modificare o addirittura ripudiare l'intento iniziale, tagliandolo fuori, del tutto o in parte, dalle sue fonti prime, dalle sue radici e dalla sua storia.
Quarta di copertina
Questo saggio è la sintesi dei lavori di Jacques Attali, intorno alla musica (Rumori), la medicina (L'ordine cannibale), l'economia (La parola e l'utensile e I tre mondi), la misura del tempo (Storie del tempo).
Metafora di questa riflessione: una figura geometrica, la "figura di Fraser", che presenta la particolarità di essere, a seconda della posizione dell'osservatore, ora una spirale (emblema del progresso continuo) ora una successione di cerchi concentrici (simbolo della ripetizione di cicli).
Partendo da questa figura e dalle rappresentazioni della Storia che vi si leggono contrarie e congiunte, Attali s'interroga sulla natura di ogni "crisi", e in particolare della crisi di questa fine del secondo millennio.
Echi di stampa
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


544 pagine, € 25,00

284 pagine, € 16,53

216 pagine, € 20,00
» Tutti i libri dello stesso autore