Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Dottor Sottile
Francesco Saba Sardi
Dottor Sottile
Anno: 1984
Pagine: 412
Prezzo: € 15,49

Collana: Romanzi
ISBN: 8877701226

Il fine divertissement di uno scrittore vulcanico, unico per inventiva e creatività

Traduttore da cinque lingue di Thomas Mann, Wilde, Hugo, Fromm, Melville e tanti altri, Saba Sardi è un poliglotta dalla fine genialità e in questo libro ci offre la summa di quindici anni di lavoro letterario tradotti in scrittura, umorismo e gioco. Un romanzo colto, erudito, di finissima ricerca letteraria, dove il lazzo si sposa con la citazione colta, il latino con il dialetto.
Un'opera titanica accostata dalla critica ai migliori lavori di Joyce e Gadda.
Estratto del libro
Preferirei, lettore amabile, esimermi, appena mi fosse possibile, dall'obbligo, non già di scrivere questo prologo: ché, a non dare in doppi e lungherie, è esso il libellum meum; il resto (e sarebbe vile silenzio il tacerlo) non è che una favola: non dunque questa, sarebbe la mia intenzione; non mi dedicherei all'intrapresa, non so se più fastidiosa o stucchevole, di voltare quel che ora ti andrò brevemente esponendo.
Quarta di copertina
Il romanzo è una miscela assurda, vuol essere azione e pietrifica ogni gesto e detto come se a recitarli fosse Medusa in persona, ma non desiste, il maledetto, dalla prova, non si sa bene se iniziatica o sportiva, di farne un mosaico di polverami e granelli, e il Dottor Sottile, sottile cercatore dell'anima galileiana, si involge in prospettive cangianti di racconti dentro racconti, sebbene l'autore (che per tutta la durata della fabbricazione, seguendo il saggio consiglio di Joyce, è rimasto a limarsi le unghie e a baloccarsi, mentre l'Opera si faceva a sua insaputa) ignori il senso e lo scopo di quest'arrogante definizione. Orbene, il Dottor Sottile, ridottosi a sostanze fuori dell'azione, cioè a nomi, nonostante il sintattico organarsi del suo percorso, secondo un antico vizio anche suo, in un indispensabile Prologo, un Corpo e una Cauda, incappa nell'estatica, incoerente contemplazione di Mania, dopo averla a lungo e scolasticamente perseguitata. Insomma, rinuncia a essere persona e alla categoria di tempo, scomparendo travolto dal festum fatuorum conclusivo. Inutile soggiungere che, partito da presupposti sintattici e fotografici, perde di vista, sedotto dall'incompetenza della parola a farsi lettura del mondo, il ben dell'intelletto. Lo ritroviamo, a quanto pare, mischiato alle fibre di un albero, tessuto egli stesso, ovviamente paratattico, scoordinato, galgenbumorico, disaffine, prolattico, atonale, carnevalesco, demenziale, quaresimale, scomposito, traumatizzante, sconcio, fittizio, falso, obliquo, tenebroso, angelico, illeggibile, e chi più ne ha più ne metta. Sicché, questo non è un romanzo: è una lingua. Nulla di simile esiste nella letteratura mondiale dacché gli etruschi hanno inventato l'italiano. E soprattutto sia chiaro: non è un libro per tutti. Sulla soglia vigilano incorruttibili guardiani. Il prezzo? Farsi lettoratori.
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


160 pagine, € 60,00

226 pagine, € 15,49

86 pagine, € 60,00
» Tutti i libri dello stesso autore