Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Andrej Rublėv, Ferdinando Ambrosino
Dong Chun, Shen Dali
Andrej Rublėv, Ferdinando Ambrosino
Anno: 2006
Pagine: 176
Prezzo: € 60,00
Dimensioni: cm 21,0x29,5
Legatura: brossura con alette

Collana: L'arca. Pittura e scrittura
ISBN: 9788877707444

Ferdinando Ambrosino e Andrej Rublėv sono riletti e accostati da uno scrittore cinese appassionato di letteratura europea e grande conoscitore della poesia cinese antica, che scrive qui in collaborazione con Dong Chun. Shen Dali ama riscoprire la spiritualitą nell'arte. Annota come Rublėv giunga alla bellezza delle sue icone uscendo dalla cornice dell'epoca in cui visse. Parallelamente, ammira i ritratti di donna di Ferdinando Ambrosino, da cui trapelano i moti pił segreti nell'espressione pił nobile e pił pura. Shen Dali ci fa cogliere la grandezza di quella che definisce arte pittorica poetica.
Estratto del libro
Il pittore Ambrosino cammina sulla spiaggia nei pressi di Cuma, suo paese natale, vede una barca di pescatori e, un po' pił lontano, un promontorio che scende nel mare. Il suo sguardo si cala nell'acqua marina, come una volta era accaduto a Arthur Rimbaud [...]. Allora, come al solito e come ogni pittore, trae il taccuino e abbozza un disegno a matita che mostra come il sogno abbia bisogno d'acqua. Lo spettatore č in presenza di una distesa marina con le immagini dell'acqua, flusso e riflusso: pochi tratti rapidi come nella calligrafia cinese, e si viene portati verso un paese immensamente lontano dove creare liberamente, sull'altra riva.
Lo spettatore sente qui la vena poetica, il gioco dei tratti fluttuanti, il getto spontaneo, ritmico, scaturito dalla mano di un virtuoso del pennello e che mette tutto in moto nell'universo. Nel meditare su questo schizzo si capisce meglio quanto viene detto nell'I King (Il libro dei mutamenti): "La bellezza č semplice e spoglia".
(Shen Dali, Dong Chun, commento a Barche a Torregaveta di Ambrosino)

Oggi le icone russe sono la fierezza delle collezioni dei musei di Mosca e di San Pietroburgo. La Vergine di Rublėv dipinge i tratti di Maria immacolata, archetipo della grazia divina, per l'amore umano un po' come nell'invito alla contemplazione di Daniel Ange nel suo testo L'Étreinte de Feu: Ti sei avvicinato a questa icona fiammeggiante per decifrare il perché di tanta bellezza. [...]
In quanto figura simbolica, questa immagine sacra ci consente di conoscere la Santa Vergine attraverso la bellezza e la trasparenza, e di partecipare, in quel suo dilatarsi in silenziosa contemplazione, alla spiritualitą del popolo della vecchia Russia, che vive l'intercessione di Maria come un potente soccorso nei pericoli.
(Shen Dali, Dong Chun, commento alla Vergine di Rublėv)


Contributi video
Intervista all'artista Ferdinando Ambrosino sul libro "Andrej Rublev e Ferdinando Ambrosino"



Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


153 pagine, € 51,65

280 pagine, € 20,00

136 pagine, € 51,65
» Tutti i libri dello stesso autore