Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Sofonisba Anguissola, Mary Palchetti
Francesco Saba Sardi
Sofonisba Anguissola, Mary Palchetti
Anno: 2007
Pagine: 99
Prezzo: € 60,00
Dimensioni: cm 21,0x29,5
Legatura: brossura con alette

Collana: L'arca. Pittura e scrittura
ISBN: 9788877707871

Che cosa lega Sofonisba Anguissola e Mary Palchetti? La pacatezza, la serenità che caratterizza entrambe le maniere, gli stili inevitabilmente diversi; la sicurezza, l'imperturbabilità; la fedeltà alla propria ricerca: quanto sta al di là dell’arte come sapere; l'immediatezza, indefinibile, dell'arte che non si limita a essere letteratura, ma è immediatamente scrittura.
Estratto del libro
Difficile l'accostamento a Sofonisba Anguissola pittrice.
Un fitto velario sbarra il cammino verso la sua produzione artistica. Un velario che è duplice. Fatto di considerazioni d'ordine biografico e di ordine storicistico. Sofonisba (1535 ca-1625) "trionfo della pittura e della libertà"... "Sofonisba, vissuta nel Cinquecento e dunque alle prese con gli incoercibili pregiudizi dell'epoca"... "Sofonisba vittima delle circostanze", e simili.
Si perde così di vista ciò che davvero conta, ed è l'incidenza, allora e oggi, di una produzione artistica. E si perde di vista l'appartenenza di Sofonisba Anguissola al Rinascimento prima della cosiddetta deriva del Manierismo. Quasi che le vicende esistenziali determinassero, di per sé, in quanto tali, i raggiungimenti, diciamo estetici, di un artista: lei, o mille altri. Scavare nella vita di un inventore di immagini porta a ben poco.
(Francesco Saba Sardi, Sofonisba Anguissola)

Risposta a una domanda.
È quella contenuta nel risvolto di copertina del libro La materia della luce, e che riporto: "La domanda insidiosa (dei momenti di inerzia) se la pittura abbia ancora un senso o, di più, se un lavoro fatto in isolamento abbia ancora una possibilità di essere letto (fuori dai circuiti mediatici) vale solo nel momento in cui crollano la motivazione e la spinta emozionale che la determina".
Potrei limitarmi a dire che Mary Palchetti la risposta la dà a se stessa.[...] Ma sarebbe troppo facile. Qui sono chiamato a dire (la mia) su un'artista straordinaria dedita a quello che usiamo chiamare astrattismo. È assai più difficile parler peinture di un'opera – cioè di un complesso di oggetti che si moltiplicano senza mai restare sinonimi – astratta che non di un'opera figurativa. Nel primo caso avviene come con la musica. Che cosa se ne può dire? Oh, certo, che il concerto è in tre tempi, che la sinfonia... Equivale ad attribuire contenuti nientici all'indefinibile percepibile. Sta però di fatto che l'aguzza domanda di Mary Palchetti si trascina dietro tutta una serie di altri interrogativi.
(Francesco Saba Sardi, Mary Palchetti)
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


226 pagine, € 15,49

86 pagine, € 60,00

412 pagine, € 15,49
» Tutti i libri dello stesso autore