Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Agone
Harold Bloom
Agone
Anno: 1985
Pagine: 348
Prezzo: € 15,49

Collana: l'alingua
ISBN: 8877702172

Estratto del libro
Potrebbe sembrare un'anomalia un libro che si presenti come un'unità nel disegno e nel tema e invece includa capitoli sull'antica religione dello gnosticismo, su Freud, Emerson, Whitman e Hart Crane, sulle prospettive culturali ebraico-americane e anche sulle teorie dell'autore intorno al fantastico, al sublime, alla poesia e alla sua interpretazione. Che cosa, al di là del personalismo aggressivo dell'autore, può tenere insieme una gamma così eclettica? Se respingo la taccia di eclettico, non cercherei però di confutare l'accusa che il libro tenti di trascendere quella che solitamente viene considerata teoria letteraria e la sua elaborazione in critica pratica. L'argomento del libro è il revisionismo, che nella vita di ciascuno, nella società e nelle istituzioni, nelle religioni, nelle arti e nelle scienze e in tutte le discipline accademiche è sempre un processo feroce per quanto lo si dissimuli entro i codici della civiltà. Il revisionismo, non già la rimozione o la presunta sublimazione, è quel disagio della civiltà che Freud ha esplorato con grande acume. Ma che cos'è il revisionismo? A questo interrogativo il libro cerca di fornire risposte parziali puntando, nei vari capitoli, a una teoria del revisionismo che l'autore spera di arrivare un giorno a scrivere.
(Dalla Prefazione)
Quarta di copertina
Culmine della serie dei libri di Bloom, Agone, che porta il sottotitolo Verso una teoria del revisionismo, espone la teoria, controversa e originalissima, di come i processi revisionari operino in poesia, critica, religione, psicanalisi o in altre arti e discipline. Ampliando la teoria presentata nei libri precedenti, Bloom considera il revisionismo un contesto di pulsioni artistiche e morali contrastanti.
Questa originale prospettiva teoretica serve da fondazione per un ricco riesame di Freud, dell'eterodossa religione dello gnosticismo, di modi letterari come il fantastico e il sublime, e di quella sequenza di scrittori americani che va da Emerson, Whitman, Wallace Stevens a Hart Crane e John Ashbery.
Accanto a questi temi, c'è l'esplorazione che il critico fa della propria tradizione revisionaria. Bloom enfatizza la differenza fra le pose critiche americane e quelle delle scuole inglesi e del continente europeo, e ricerca continuità non solo con il passato letterario e culturale ma anche con il futuro.
Intento finale del libro è l’esame del dilemma culturale ebraico americano, che l'autore condivide e spera di contribuire a chiarire.
Echi di stampa
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


212 pagine, € 15,49

340 pagine, € 18,08

89 pagine, € 9,30
» Tutti i libri dello stesso autore