Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Una mappa della dislettura
Harold Bloom
Una mappa della dislettura
Anno: 1988
Pagine: 212
Prezzo: € 15,49

Collana: l'alingua
ISBN: 8877702265

Estratto del libro
I poeti forti sono infrequenti; il nostro secolo, a mio giudizio, mostra solo Hardy e Stevens fra quanti scrivono in inglese. Grandi poeti – persino Yeats e Lawrence, persino Frost – possono mancare di forza continua e i maggiori innovatori – persino Pound e Williams – possono non toccare mai affatto la forza. Browning, Whitman, Emily Dickinson sono forti, come lo sono gli altoromantici, e Milton può essere preso come l'apoteosi della forza. La forza poetica viene solo da una lotta trionfante con il più grande dei morti, e da un ancor più trionfante solipsismo. Doni enormi, le doti di un Coleridge, o di un talento minore e pur considerevole come Eliot, non valgono dove la forza è evasa o mai attinta. La forza poetica, in tal senso, sorge solo da una specie particolare di catastrofe – come l'ordinaria consapevolezza deve ritenere la terribile incarnazione che può condurre a un poeta come il vecchissimo Hardy o il vecchissimo Stevens.     
Quarta di copertina
Questo libro costituisce il manifesto di Bloom, ove si cifrano, nella loro lettura critica, tanto la retorica classica dei tropi quanto l'esegesi biblica e la traversata cabbalistica, quanto la psicanalisi freudiana e altro. Gli studiosi delle maggiori riviste letterarie americane hanno scritto che l'impresa di Bloom risulta "irresistibile", per il suo rigore, per la sua logica, per la sua inventiva, per la sua specificità e fin nella sua scrittura.
Mappa della dislettura dunque. Manifesto di un pensiero, di una logica, di una critica letteraria, che è divenuta ormai scuola e che sta segnando un'epoca, e non solo della cultura in America.
E c'è poesia in prosa nella bella lettura di Milton, Emily Dickinson, Emerson, Shelley, Keats, Stevens, Tennyson, Whitman, Browning, Ashbery, Warren, Hardy, Wordsworth, Ammons.
"Una mappa della dislettura studia l'influenza poetica, con cui io continuo a non intendere il passaggio di immagini e idee dai poeti precedenti ai successivi. Influenza, come io la concepisco, significa che non ci sono testi, ma solo relazioni tra testi. Queste relazioni dipendono da un atto critico, una dislettura o mispresa che un poeta effettua sull'altro e che non differisce in natura dai necessari atti critici effettuati da ciascun lettore forte su ciascun testo che incontra. La relazione d'influenza governa il leggere come governa lo scrivere, e leggere è perciò discrivere, giusto come scrivere è un disleggere".
(Harold Bloom)
Echi di stampa
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


348 pagine, € 15,49

340 pagine, € 18,08

89 pagine, € 9,30
» Tutti i libri dello stesso autore