Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare
Ricerca avanzata »


Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici





Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Toghe padrone. Mani pulite andata e ritorno
Mauro Mellini
Toghe padrone. Mani pulite andata e ritorno
Anno: 1996
Pagine: 246
Prezzo: € 15,49
Dimensioni: cm 14,0x21,0
Legatura: brossura

Collana: l'alingua
ISBN: 9788877704382

Questo saggio raccoglie in un intreccio narrativo che sembra un'inchiesta gli articoli di Mauro Mellini apparsi su "Giustizia Giusta" (periodico dell'Associazione per la giustizia e il diritto Enzo Tortora) tra il 1995 e il 1996.
Estratto del libro
Ormai, sembra che siano gli avvenimenti giudiziari a scandire la vita politica e sociale del nostro Paese. E sembra che ciò rientri in una scontata normalità. Arresti, avvisi di garanzia, processi liquidano la Prima repubblica. O almeno sembra. Poi ci si accorge che arresti, avvisi di garanzia e processi, e il polverone da essi sollevato, hanno travolto soltanto una parte dell'apparato consociativo dei partiti - apparato che ha costituito il regime imperante, almeno negli ultimi lustri, prima di Tangentopoli. Un polverone dal quale è uscito indenne il Pci, componente essenziale del consociativismo. Indenne tanto da sembrare realmente rinnovato nella nuova sigla Pds e tanto da potere presentarsi come espressione del nuovo. E questo mentre la frana del sistema appariva, anzitutto, come il risultato della caduta del socialismo reale, nei paesi del’Est, e del muro di Berlino. […]
Sembrava che, a garantire la genuinità del regime democratico, la sua intrinseca sanità, bastassero la criminalizzazione e l’emarginazione di certi fenomeni e che altro non dovessero fare i partiti che combattere con grande impegno quei fantasmi.

Quarta di copertina
Il golpe dei magistrati non è un golpe tentato. È un golpe consumato.
Se ne ha la prova proprio nell'averlo accettato come fatto naturale, permanente, come preminenza della magistratura come "potere", come arbitro della contesa politica e ciò al di là, nella misura e nel tempo, di quanto comportassero la crisi e la caduta di un sistema nel quale la prassi dell'illegalità aveva grande e incontrastato spazio ...
Da dopogolpe è stato il governo Dini: governo di tecnici come si addice a ogni governo che le giunte golpiste mettono in piedi dopo il successo del colpo di stato. Da dopogolpe è la stampa: ancora più allineata nell'adorazione dei golpisti, dopo che una parte di essa aveva collaborato con l'operazione eversiva in piena coscienza e con grande efficienza. Da dopogolpe è persino l'opposizione o, per meglio dire, quella parte del mondo politico che aveva subito il golpe senza neppure rendersi conto di subirlo e addirittura secondandolo ...
Dovendo dare una sintesi di quanto oggi sta accadendo, potremmo parlare di "toghe padrone". Padrone della situazione politica, padrone delle nostre libertà, padrone della giustizia, del diritto, dei servizi, della stampa ...
Oggi lo spadroneggiare delle toghe sarebbe resistibile e la situazione creata dal golpe sarebbe reversibile se chi ne subisce le conseguenze volesse decidersi a non nascondersi dietro un dito, a prendere atto di quanto è avvenuto e della realtà e gravità di quanto avviene e a reagire, a parlare, a scrivere. Per quel che ci riguarda tentiamo di farlo, anche con questo libro. (Mauro Mellini)
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


326 pagine, € 15,49

141 pagine, € 10,33

190 pagine, € 15,49
» Tutti i libri dello stesso autore